Come scrivere una lettera di presentazione efficace

Se hai dubbi o perplessità su come scrivere una lettera di presentazione efficace, non temere ti indicheremo noi come fare. 

La lettera di presentazione è utile per motivare la vostra candidatura all’offerta di lavoro che avete scelto. Insomma servirà a “rafforzare” il vostro curriculum vitae e appunto presentarvi al datore di lavoro.

Di seguito vi indicheremo come scrivere una lettera di presentazione efficace. 

Lettera di presentazione: nozioni generali

La lettera di presentazione accompagnerà quindi il vostro cv e sarà la prima cosa che visualizzerà (e valuterà!) il datore di lavoro. 

E’ possibile che una lettera di presentazione scritta male possa portare il datore di lavoro a non proseguire con la valutazione della candidatura e quindi non aprire nemmeno il vostro cv. In poche parole può essere cestinato immediatamente.

Per evitare ciò, dovrete spiegare con concetti brevi e “fermi” perché siete la persona più adatta a ricoprire quel determinato ruolo. Ricordate sempre che la lettera di presentazione è il primo vero approccio con l’azienda in cerca di personale. Poi verrà la valutazione del cv, ma con una lettera efficace partirete sicuramente avvantaggiati. 

Dovrete, senza dubbio, differenziarvi da tutti gli altri candidati. Nel prossimo paragrafo vi indicheremo come scrivere una lettera di presentazione efficace e quali sono gli errori più comuni che vanno assolutamente evitati.

L’elaborazione della lettera

La prima cosa da fare prima di scrivere la lettera di presentazione è raccogliere quante più info possibili sull’azienda per cui vi state candidando. 

Così facendo saprete a chi vi state rivolgendo, quali sono gli obiettivi dell’azienda e soprattutto quali sono le vostre competenze e qualità che più potrebbero interessare al datore di lavoro. 

Una volta organizzato il tutto, potrete iniziare a formulare la vostra lettera di presentazione. Il primo errore che va assolutamente evitato è creare una lettera standard da usare per tutte le vostre candidature. 

Una cosa sbagliatissima. Per ogni offerta dovrete scrivere un’apposita lettera di presentazione. Quindi non usate mai lettere pre-formulate e uguali per tutti. 

Il secondo errore da evitare riguarda la lunghezza della lettera, vi sconsigliamo di scrivere un “romanzo”. Basteranno 8-10 righe ben scritte. Infine, anche se scontato, ci teniamo a precisare che non dovranno essere presenti errori di battitura o, ancor peggio, errori grammaticali. 

Rileggete sempre prima di inviarla. 

Il contenuto

Quindi cosa si deve scrivere in una lettera di presentazione per farla diventare efficace e distinguersi dalla massa?

La prima cosa da inserire è la motivazione che vi ha spinto a candidarvi a quell’offerta di lavoro. Specificate sempre perché avete scelto proprio quell’azienda e tutti gli stimoli che è in grado di trasmettervi per poter avviare una collaborazione proficua e continuativa. 

Dopodiché evidenziate sempre i vostri punti di forza, fate capire a chi legge che rappresenterete un valore aggiunto per l’azienda. Perché? Semplice, perché le vostre caratteristiche, competenze e abilità si adattano alla perfezione al ruolo che eventualmente dovrete ricoprire. 

Attenzione però, non fate un elenco di skills e competenze buttate lì a caso, magari solo per fare “volume”. Bensì mettete in risalto progressivamente indicando esperienze lavorative pregresse, e le competenze che avete acquisito presso determinate aziende. 

Motivate sempre ogni skills che andrete ad inserire nella lettera di presentazione.

Infine, dovrete cercare di mantenere sempre alta l’attenzione del lettore (datore di lavoro) e non farlo scappare dopo aver letto soltanto due righe. 

Invogliatelo a continuare la lettura, e a consultare il vostro curriculum vitae!

Lascia un commento