Nintendo Switch Pro: il punto della situazione

Quindi rispondendo alla domanda se la Nintendo Switch Pro rimarrà un sogno o diventerà realtà, vi diciamo che possiamo avvicinarci di più alla seconda opzione. A patto però di attendere ancora un po’, difficilmente la vedremo nel 2021. 

D’altronde Nintendo sta ancora cavalcando l’onda del successo, nel 2020 infatti è stata la consolle più venduta al mondo, con oltre 7 milioni di unità. Neanche Sony e Microsoft sono riuscite a fare di meglio (anche se segnaliamo che l’uscita delle due nuove consolle è avvenuta verso la fine dell’anno).

Inoltre, nel 2020 la casa giapponese ha venduto oltre mezzo milioni di unità in più rispetto all’anno precedente. E le vendite sono state trainate dai nuovi spettacolari titoli usciti nel corso dell’anno, come ad esempio Animal Crossing: New Horizon, o anche Super Smash Bros. 

Con questi risultati sarà veramente difficile che Nintendo lanci una nuova consolle sul mercato. Alcuni vertici dell’azienda hanno addirittura dichiarato che un nuovo modello arriverà non prima dei prossimi tre anni.

Come potrebbe essere

La Nintendo Switch Pro potrebbe garantire un’esperienza di gioco ancor più coinvolgente e migliorare inoltre anche l’esperienza visiva. 

Sicuramente la prossima consolle avrà un display Mini-Led, prodotto come al solito dal colosso del settore Innolux. Quindi crediamo in un upgrade del display, con risoluzione a 1080p e tecnologia Full HD+ integrata. Molto meglio dell’attuale display LCD HD da 720p. 

Ovviamente sarà compatibile con il 4K, anzi tutti i nuovi giochi che usciranno per un’ipotetica Nintendo Switch Pro dovranno essere compatibili con questa tecnologia. 

Un piccolo miglioramento allo storage interno non farebbe assolutamente male visto che attualmente la memoria è da 32 GB, di cui ben 6,2 GB destinati al Sistema Operativo e ai relativi dati. 

Infine ritroveremo sicuramente la vibrazione Rumble HD, l’accelerometro ed il giroscopio, anche se ci aspettiamo che vengano potenziati tutti e tre. 

Lascia un commento