Tutor dsa: di cosa si occupa

Il tutor DSA è una figura professionale “nuova” e specializzata. Come lo indica il nome stesso lavorerà con bambini o ragazzi con DSA. È importante capire il suo ruolo perché non è la denominazione moderna di chi dava ripetizioni. Quindi scopriamo insieme di cosa di occupa il tutor per DSA.

Il ruolo di un tutor DSA

Quando lo studente incontra difficoltà a scuola, generalmente ricorre all’aiuto di un insegnante o di uno studente più grande che gli spiega in maniera particolareggiata la disciplina dove se la passa male.

Queste ripetizioni hanno lo scopo di potenziare una materia che non si è capito bene. Il ruolo del tutor dell’apprendimento non si limita a dare le spiegazioni incomprese, ma il suo ruolo in realtà è più strategico.

Infatti il suo compito sarà aiutare lo studente non solo nello svolgere i suoi compiti, ma acquisire un metodo di studio più efficace e adatto a lui. Il motivo è che spesso le difficoltà non si risolvono con un potenziamento, ma sono resistenti e a ragione vengono definiti disturbi specifici dell’apprendimento. Infatti non è raro che l’impatto del disturbo non sia circoscritto ad una materia, ma i DSA hanno un effetto trasversale su tutti gli apprendimenti scolastici.

In altre parole possiamo dire che lo studente sarà speciale, perché parliamo di ragazzi con DSA. Quindi avrà un apprendimento con caratteristiche particolari che il tutor deve conoscere bene per essere in grado di aiutarlo. Con ciò si intuisce il ruolo che ricopre un tutor apprendimento DSA: insegnare ad imparare.

Requisiti di un tutor dell’apprendimento

In primo luogo è necessaria la dovuta formazione presso un centro o una scuola accreditata dalla Regione con la relativa certificazione. Sarà necessario che sia in grado di leggere e capire una diagnosi clinica di DSA.

Per di più dovrà essere capace non solo di conoscere gli strumenti compensativi a bassa o alta tecnologia, ma anche di discernere quali e come usarli in funzione dello studente e delle sue competenze compensative.

Un altra componente importante inerente ai DSA è quella emotiva e psicologica. Il tutor non solo ne dev’essere consapevole, ma dovrà anche sostenere il bambino o il ragazzo dal punto di vista psicologico. Tutte queste caratteristiche gli permetteranno di stabilire e insegnare un metodo di studio personalizzato e perfezionato insieme al ragazzo.

Collaborare, il segreto di un tutor DSA online

Come abbiamo visto il tutor deve guidare l’alunno nello stabilire il proprio metodo di studio secondo il personale stile di apprendimento. Certamente la presenza e la vicinanza sono un vantaggio molto importante, perché, per esempio, il metodo di studio può iniziare già dall’organizzare e stabilire il luogo dove fare i compiti.

Tuttavia con l’attuale emergenza Covid si è reso necessario lavorare anche online con tutte le difficoltà che questo comporta. In quest’ambito possiamo dire che può risultare un fattore determinante un altro compito del tutor, cioè essere l’anello di congiunzione tra la famiglia, la scuola e lo specialista.

Grazie a questa stretta collaborazione, il tutor DSA online, insieme alla famiglia, da una parte sarà in contatto con gli insegnanti, così da guidare il ragazzo nelle problematiche legate alla DAD per esempio e dall’altra sarà in contatto con lo specialista per affinare gli interventi. 

Di cosa si occupa un Homework Tutor in conclusione

Il tutor DSA deve, non solo aiutare il bambino nello svolgimento dei compiti, ma insegnargli un metodo di studio adatto alle sue peculiari qualità. Nel farlo deve non solo conoscere gli strumenti più adatti in caso di DSA, bensì discernere quando e come è di reale beneficio usarli.

Inoltre sarà indispensabile tener conto del fardello emotivo e psicologico che comportano i disturbi di apprendimento. Infine deve aiutare la famiglia a creare una rete insieme alla scuola e allo specialista così da ottimizzare gli interventi di tutti a scuola e a casa. Scopri perché rivolgersi ad un tutor dell’apprendimento.

Lascia un commento